Il Montello, è un collina unica nel suo genere dal punto di vista della conformazione geologica, della forma “che assomiglia al dorso di una balena” e del paesaggio. E’ il primo rilievo della pianura Veneta che si incontra viaggiando dal mare, dalla laguna veneta, verso le Prealpi Venete e le Dolomiti.

A guardarlo bene potrebbe essere definito una via di mezzo tra una collina e un monte, data la sua altitudine massima, che non supera i 370 metri sul livello del mare, e la sua estensione.

Storicamente importante in quanto Bosco della Serenissima, ovvero luogo di importanza strategica perché riforniva con il suo bosco l’Arsenale di Venezia offrendo legname utile alla costruzione delle navi, nonché luogo cruciale per i combattimenti della Prima Guerra Mondiale di cui a breve verrà celebrato il centenario.

Per trevigiani e veneziani è oggigiorno una tradizionale meta di giornate fuori porta, di lunghi giri in bicicletta su è giù per le prese e mountain bike, attraverso i sentieri nel bosco, di giornate enogastronomiche, di pic nic all’aperto durante la bella stagione, un’isola di boschi e fresco verde che rompe la “monotonia” della pianura. Per molti il Montello è una meta turistica importante per la strategicità della sua collocazione, che permette di visitare le principali città d’arte venete, per le risorse naturali e storiche, che permettono di seguire percorsi turistici molto interessanti.

Oggi il Montello porta con sé numerose tracce del suo passato, il tutto immerso in un contesto ricco di tradizione e natura pronto per essere scoperto!

montello-755762.gif montello montello-mtb-stradone-del-bosco