Tour – Marca Gioiosa et Amorosa

L'Altamarca trevigiana è l'area collinare e pedemontana della provincia di Treviso, situata tra il mare di Venezia e le Dolomiti. Teatro e memoria della Grande Guerra, è un territorio immortalato e vissuto da grandi artisti come Giorgione, Tiziano, Veronese, Canova, Palladio, Jappelli che hanno lasciato impronta fondamentale nella storia dell’arte, della cultura e dell'architettura venete.
Patria e capitale di prodotti come il Prosecco Doc è una zona ancora ricca di ambienti scarsamente antropizzati, turisticamente vergini.
In questo itinerario vi proponiamo alcune tra le tappe più suggestive, un'affascinante unione di arte, cultura, cucina e natura.

Prenota ora!
Chiamaci:
+39 0423 615403
+39 340 3983835


o compila il form sottostante

Programma

GIORNO 1
ARRIVO: Sistemazione nelle camere riservate in selezionato agriturismo

GIORNO 2
WINE TOUR
Visita di Castelbrando e del centro di Cison di Valmarino e proseguimento per l'Abbazia di Follina.
Pranzo in agriturismo.
Si proseguirà nel tragitto attraverso il quale è possibile ammirare la “Via dei Poeti” , sulle colline del Prosecco, con sosta per la visita della famosa “Osteria senza Oste” .
Degustazione di vini in selezionata cantina.


GIORNO 3
SULLE TRACCE DI GIORGIONE E CARLO SCARPA
Visita del centro storico di Castelfranco Veneto e della Casa-Museo Giorgione
Pranzo in ristorante
Visita di uno dei capolavori artistici di Carlo Scarpa: la Tomba Brion.
Situata tra Castelfranco Veneto e i Colli Asolani, fu commissionata dalla moglie di Giuseppe Brion, titolare fondatore della “Brionvega”. I lavori terminarono nel 1978, anno della morte di Carlo Scarpa, e furono completati secondo il suo progetto. Secondo quanto richiesto nel proprio testamento, fu sepolto in un punto discreto di congiunzione tra la sua monumentale creazione ed il vecchio cimitero del paese.

GIORNO 4
TREVISO
Visita del centro storico, attraverso i luoghi più emblematici della città: da Piazza dei Signori alla “Fontana delle Tette”, dai “Buranelli” ai capolavori di Tommaso da Modena. Pranzo in ristorante con piatti tipici trevigiani tra cui il “tiramisù”, e tempo libero a disposizione per approfondimenti individuali. Possibilità di visitare la meravigliosa mostra “le storie dell'Impressionismo”, dal 29 ottobre presso il Museo di Santa Caterina.

GIORNO 5
VENEZIA INEDITA: LA VENEZIA DEI FANTASMI, TRA BACARI E MERCATI
In mattinata trasferimento in Treno a Venezia.
Visita del coloratissimo mercato tipico di Rialto, una delle attrazioni di Venezia che aiuta un po' a capirne la vita non proprio facile dei suoi abitanti. Lo si intuisce con l'arrivo delle barche che trasportano le varie mercanzie come la frutta e la verdura che arrivano dall'entroterra ed il pesce fresco, che viene esposto sotto una antica loggia coperta. Tutto intorno vi si trovano anche ristorantini e osterie, i famosi “bacari”, presso i quali saranno previste delle soste verso l'ora di pranzo con degustazione di vini e “cicchetti”.
Nel pomeriggio visita guidata della “Venezia dei Fantasmi”, da San Marco allo “Squero” e lo storico Arsenale. Rientro nel tardo pomeriggio e cena libera.

GIORNO 6
POSSAGNO E ANTONIO CANOVA

Visita della Casa-Museo del più grande scultore neoclassico Antonio Canova. L'annessa Gipsoteca raccoglie modelli originali delle sue sculture, i bozzetti in terracotta, i disegni, i dipinti.
Possagno, città Natale di Antonio Canova, è un piccolo paese di campagna, in cui ogni piccola contrada ha la sua chiesetta.
Visita al tempio neoclassico progettato da Canova. In posizione discosta e sopraelevata rispetto al centro abitato, sorge ai piedi del col Draga in un meraviglioso contesto panoramico

+39 0423 615403
+39 340 3983835